mamme che rag@zze

Questo sarà il posto in cui potrete parlare di voi confrontarvi con tante donne sarà il vostro mondo:un mondo al femminile!
 
IndiceCalendarioFAQRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 IL RIPOSINO POMERIDIANO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒsha
Admin
avatar

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 08.01.10
Età : 30
Località : piemonte

MessaggioTitolo: IL RIPOSINO POMERIDIANO   Lun Mar 01, 2010 12:54 am

Perchè è importante:
Il sonnellino è un momento indispensabile per l'equilibrio di ogni piccolo, non solo perchè serve a rigenerare le energie, ma anche perchè favorisce l'apprendimento. Mentre dorme, infatti, il bambino rielabora le informazioni raccolte (e anche le emozioni provate) durante il giorno.

Fino a tre anni di età il pisolino è in genere un appuntamento fisso per ogni bambino. A volte però il piccolo si rifiuta di addormentarsi nel pomeriggio: vediamo perchè e come comportarsi.

A partire dai tre, quattro mesi, la giornata di un bebè assume ritmi più regolari. Il sonno diurno si suddive in due o tre pisolini: il piccolo fa un riposino verso la metà della mattinata e uno un pò più lungo durante le ore del pomeriggio. Talvolta si addormenta ancora verso sera. Ma, a differenza delle altre pennichelle, la pausa del primo pomeriggio rimane inalterata di solito fino ai tre anni. Qualche piccolo rinuncia prima, altri continuano anche fino alle scuole elementari. A volte, però, il bambino si rifiuta di fare il sonnellino. Come comportarsi?

Cosa fare:


  • Per favorire il suo riposo durante il giorno, è meglio non creare mai nella stanza buio completo; eventualmente, dopo l'anno, si può lasciare solo una leggera penombra. Questo per aiutarlo a distinguere fin da subito il giorno dalla notte. E fargli capire che lo aspetta il pisolino di metà giornata.


  • Alcuni bambini, infatti, non cedono al sonno per paura di "perdersi" qualcosa. E' utile spiegare al piccolo che gli serve una breve pausa per ricaricarsi e fare ancora più cose belle dopo la nanna. Magari elencandole,s otto forma di filastrocca, per aiutarlo ad addormentarsi.


  • Un altro suggerimento è farlo riposare sempre nello stesso posto: non usare, cioè, il lettino per la notte e il passeggino per il giorno. In questo modo capirà che, quando la mamma lo nel lettino, è ora di fare la nanna.


  • E' importante seguire anche per il pomeriggio un piccolo riutale per favorire l'addormentamento, e lasciare poi che il bimbo si assopisca da solo, come alla sera.


  • Se il piccolo si mette a piangere appena si esce dalla stanza, si può aspettare senza intervenire per un paio di minuti. Spesso, infatti, il momento che precede il riposo è caratterizzato da un aumento di eccitabilità , dovuto a un assestamento degli ormoni che regolano il sonno. Scaricata la tensione, tutto si risolve.


  • Anche se non dorme, comunque, è meglio che il bambino rimanga nel suo lettino o in posto comodo, dove potrà stendersi in qualunque momento o fare giochi tranquilli. Una pausa per ricaricarsi è sempre importante, a qualunque età.


Cosa non fare:
Inutile insistere: se dopo mezz'ora il bambino non ne vuole sapere di dormire, meglio lasciarlo sveglio. Altrimenti si instaura un braccio di ferro che può diventare contro producente e si rischia che la situazione si ripeta anche le volte successive.
Non mostrarsi irritati se il bambino non vuole dormire. Il nervosismo dei genitori aumenta anche la tensione del piccolo. Senza contare che a volte il sonnellino è più un'esigenza dei grandi che possono contare su una pausa e dedicarsi alle loro cose.
A volte i genitori, esausti a causa dei continui risvegli notturni del figlio hanno al tentazione di "fargli saltare" il riposino pomeridiano. Ma si tratta di un metodo controproducente: in questo modo, è probabile che il bambino arrivi all'ora di cena molto stanco e con poca volgia di mangiare. Non solo: questo potrebbe pregiudicare ancora di più il sonno notturno, per il carico di stress e di tensione accumulato.

Come si fa a capire quando il bambino non ha più bisogno del pisolino?
Bisogna tenere conto di tre fattori concomitanti. Innanzitutto, bisogna osservare se il piccolo oppone molte resistenze al momento di andare a letto. Se nel contempo, si osserva che nn anticipa la nanna alla sera e soprattutto non arriva al solito orario stanco e nervoso, allora bisogna rassegnarsi: è giunto il momento di dire addio alla pennichella.
Tornare in alto Andare in basso
http://blog.libero.it/terraemare/view.php?ssonc=2022012314
 
IL RIPOSINO POMERIDIANO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mamme che rag@zze :: Nanna,accessori,prodotti gadgets e altro-
Andare verso: